Contattaci

Castelvetrano Selinunte, Triscina – News dal Belice

Castelvetrano Selinunte, Triscina – News dal Belice

I.C. “Capuana-Pardo”: il dovere della Memoria a salvaguardia dei diritti umani

I.C. “Capuana-Pardo”: il dovere della Memoria a salvaguardia dei diritti umani 1

Sociale

I.C. “Capuana-Pardo”: il dovere della Memoria a salvaguardia dei diritti umani

Il giorno 29 gennaio, l’I.C. “Capuana-Pardo”, in collaborazione con il Kiwanis Club di Castelvetrano, ha organizzato un coinvolgente evento culturale per ricordare le vittime dei campi di sterminio, per ricordare le atrocità commesse dagli uomini nei confronti di altri uomini, per approfondire un triste capitolo della nostra storia, con la speranza che non debba più ripetersi.
Su questo presupposto si fonda la “Giornata della Memoria” dell’I.C. “Capuana-Pardo”.
Gli alunni delle classi quinte della scuola primaria e delle classi terze della secondaria sono diventati attori, artisti e scrittori per celebrare l’evento: ogni classe ha dato il suo contributo unico, ricordando uomini e donne importanti della nostra storia e del nostro presente; ha cantato, ballato, recitato con sensibilità e serietà, proponendo riflessioni e attualizzazioni di un argomento che segna profondamente le coscienze; ogni argomento trattato è stato esposto con cura e senso del dovere.

La Dirigente dell’Istituto, prof.ssa Anna Vania Stallone, ha spiegato la forte motivazione sottesa alla celebrazione di una giornata come questa, attribuendo una funzione di primo piano alla Scuola, al valore della formazione intesa come possibilità di arricchimento, di costruzione del pensiero e di apertura mentale. Ha posto l’accento sul “peccato dell’indifferenza”, biasimando con vigore le teorie negazioniste che vogliono cancellare il nostro passato e con esso gli essere umani che ne hanno fatto parte. Ha quindi commentato le esibizioni degli alunni, soddisfatta delle rappresentazioni e dei lavori prodotti e ha presentato con orgoglio gli ospiti che hanno partecipato all’evento: l’Avvocato Giuseppe Indelicato e Don Vito Impellizzeri, docente presso la Pontificia facoltà teologica di Palermo.

Ha anche preso parola il Prof. Giovanni Campagna, in qualità di Presidente del Kiwanis Club, che ha ricordato non solo le atrocità subite da vittime innocenti considerate “diverse” (disabili, malati di mente, omosessuali), ma con ferma convinzione ha anche condannato le violenze perpetrate ai danni di anziani, donne e bambini. Inoltre ha attribuito una profonda rilevanza alla Memoria, quella vera, che deve essere parte integrante di noi tutti, affinché non si perda nei libri ingialliti di storia, ma resti viva e presente nei ricordi dei nostri alunni.

L’Avvocato Giuseppe Indelicato, figlio di Calogero Indelicato, autore del libro “Addio Fϋrstenberg”, ha regalato momenti di incredibile commozione, leggendo e commentando passi del diario del padre: è il diario di un soldato all’interno di un campo lager, ma soprattutto di un uomo, che nel libro prova a condividere le sue paure, descrive le condizioni di vita precarie a cui quotidianamente i prigionieri devono far fronte, racconta storie di sentimenti forti, come l’amicizia. Una storia toccante, quella di Calogero Indelicato, affettuosamente soprannominato Lolly, spogliato dal suo nome e dalla sua identità, ma ricordato con amore dal figlio con l’epiteto “Papà mio”. E profonda emozione ha anche destato l’intervento della Prof.ssa Anna Bruno Indelicato, moglie di Lolly e madre di Giuseppe.

Le parole del Prof. Don Vito Impellizzeri hanno suscitato grande attenzione negli alunni che hanno partecipato al dialogo educativo creato con ironia e riflessioni profonde. Riportando le sue considerazioni, si manifesta l’emergenza della Memoria, intesa come Ricordo: ricordo di coloro che hanno perso la dignità data dal proprio nome e sono stati “ridotti ad un numero sul braccio”: tra questi “molti bambini e ragazzi” che “hanno smesso di GIOCARE per sempre”. E’ un invito al contatto con gli altri, all’empatia, affinché non vinca mai la mentalità del rifiuto e della violenza in nome di una presunta diversità.

Alla fine della manifestazione sono state premiate le alunne delle classi I B, I E e III G che hanno ricevuto una menzione di merito dall’Associazione PRO.DO.C.S. per aver partecipato al concorso nazionale “La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani compie 70 anni”.

Per la buona riuscita dell’evento si ringraziano tutti gli ospiti pervenuti, la Dirigente dell’Istituto, il Kiwanis Club di Castelvetrano, il suo Presidente e le autorità Kiwaniane (Past Governatore, prof. Maniscalco; Past Governatore,Prof. Salvatore Costanza; Luogotenente eletto, prof.ssa Francesca Gentile), le insegnanti Emanuela Renda e Francesca Ragona che hanno collaborato significativamente all’organizzazione come membri della commissione Legalità, la cui referente è la prof.ssa Pasqua Maria Cataldo, il prof.Rosario Guzzo, che ha curato la parte musicale e l’audio, il dott. Vaccarino per aver messo a disposizione i locali, i vari insegnanti che hanno preparato gli studenti con passione e senso del dovere, tutti gli alunni partecipanti. Si ringraziano altresì i membri dell’associazione FIDAPA per la sentita e concreta partecipazione a questa Giornata.

I.C. “Capuana-Pardo”
Addetto stampa: prof.ssa Caterina Valeria Girlando

Continua a leggere
Pubblicità

Approfondisci l’argomento sui nostri canali social:

Pagina Facebook di Castelvetranesi.it

Altri in Sociale

Vai su