Contattaci

“Un’altra Castelvetrano”…

Castelvetrano 8

Sociale

“Un’altra Castelvetrano”…

Una Banda Comunale, non riconoscibile, suonava stasera tra il traffico del centro storico di Castelvetrano, tra luci spente e poca gente.

La curiosità spingeva a capire da dove arrivasse quella musica, ma dopo averlo visto una triste consapevolezza prendeva il sopravvento sulla speranza.

Vi immaginate questa scena vista da Gennaro Pardo… da Giovanni Gentile …da Gianni Diecidue… da tutti quelli che hanno reso famosa Castelvetrano rendendola culla di una cultura fuori dal comune?

Avrebbero sicuramente pensato che questa è la musica per una città moribonda in un giorno festivo ridotta allo “scuro”, dall’ingordigia di una generazione senza scrupoli.

A pensarlo non sono solamente loro e mentre si spendono sacrifici di persone di buona volontà per presepi di tutti i generi, per associazioni con lodevoli scopi di inaugurazioni natalizie… mentre si “discute” sul disavanzo comunale… mentre l’economia tracolla… mentre i giovani scappano… mentre le luci si spengono, i servizi scarseggiano, le zone si allontanano, gli imprenditori si interrogano… mentre i politici si riorganizzano… mentre tutto vorrebbe cambiare, tutto rimane com’è… anzi peggiora.

Lo Stato che ci ha commissariato per fare “luce”… non può capire il disagio che prova il comune cittadino nel vivere la propria città.

Tra le note di quella banda si sentiva chiara una richiesta che molti forse hanno inteso e molti forse no, ma che nessuno ha il coraggio di ammettere.

“Un’altra Castelvetrano”…..

Mi pare di aver sentito

“Un’altra Castelvetrano”…..

È quella che molti…
…..NON TUTTI….
….ma molti vorrebbero!!!

di Giovanni Billeri

Continua a leggere
Pubblicità

Approfondisci l’argomento sui nostri canali social:

Pagina Facebook di Castelvetranesi.it

Altri in Sociale

Vai su